Ultima modifica: 12 Settembre 2020

Patto di corresponsabilità tra scuola, alunne, alunni e famiglie – integrazione relativa alle azioni di prevenzione e di contrasto al Covid-19.

Si pubblica, per opportuna conoscenza.

 

 

Ministero dell’Istruzione
ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE
CREMONA UNO
SCUOLA DELL’INFANZIA, SCUOLA PRIMARIA E SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO CON INDIRIZZO MUSICALE
Via Gioconda, n. 1 – 26100 CREMONA (CR) – Tel: 0372 28228
E-mail: CRIC82100Q@ISTRUZIONE.IT – PEC: CRIC82100Q@PEC.ISTRUZIONE.IT

 

 

 

 

Prot. n. 3183/A3a                                                                Cremona, 11 settembre 2020

 

 

 

⇒A tutte le famiglie delle iscritte e degli iscritti alle scuole dell’infanzia, alle scuole primarie e della scuola secondaria di primo grado dipendenti dall’ Istituto;

⇒A tutte le alunne e a gli alunni frequentanti le scuole dell’infanzia, alle scuole primarie e della scuola secondaria di primo grado dell’ Istituto

⇒A tutto il personale docente, amministrativo e ausiliario in servizio presso le sedi scolastiche e gli uffici dell’Istituto

⇒All’Albo Pretorio on line dell’ Istituto

 

 

 

 

 

 

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

 

 

 

 

VISTO il D.M. 26 giugno 2020, n. 39, relativo alla “Adozione del Documento per la pianificazione delle attività scolastiche, educative e formative in tutte le Istituzioni del Sistema nazionale di Istruzione per l’anno scolastico 2020/2021”;

VISTO il Piano Scuola del Ministero dell’ Istruzione 2020/2021 – Pianificazione delle attività scolastiche per Settembre 2020;

VISTO il documento tecnico redatto dal Comitato Tecnico scientifico durante la riunione del 28 maggio 2020, presso il Dipartimento della Protezione Civile;

 

 

 

DISPONE

 

 

 

l’integrazione del Patto di Corresponsabilità della scuola con le famiglie e gli alunni, 

 

con la prevista sezione aggiuntiva, relativa alle azioni di prevenzione e di contrasto al Covid-19, conformemente a quanto riportato, qui di seguito, che costituisce parte integrante della presente disposizione.

 

 

 

 

Il Dirigente scolastico
(Dottor Piergiorgio Poli)
*Piergiorgio Poli
*Firma autografa sostituita a mezzo stampa
ai sensi e per gli effetti dell’art 3, comma 2, del decreto legislativo n. 39/93

 

 

 

 

PP/sm
Per informazioni: Assistente Amministrativo Signora Stefania Maini
Tel. 0372 28228
Email: segreteriaaffarigenerali@iccremonauno.it

 

 

 

 

 

 

 

PATTO DI CORRESPONSABILITÁ

SEZIONE AGGIUNTIVA RELATIVA ALLE AZIONI DI PREVENZIONE E DI CONTRASTO AL COVID-19

 

 

 

In merito alle misure di prevenzione, contenimento e contrasto alla diffusione del Covid-19
SCUOLA
La scuola si impegna a:
● realizzare gli interventi efficaci di carattere organizzativo, nei limiti delle proprie competenze e con le risorse a disposizione, nel rispetto della normativa vigente e delle linee guida emanate dalle autorità competenti;

● mettere in atto tutte le migliori soluzioni didattiche e organizzative, per garantire il servizio scolastico, anche in eventuale periodo di emergenza sanitaria;

● intraprendere azioni di formazione e di aggiornamento del personale scolastico, in merito a misure generali di sicurezza (“Tornare a scuola dopo il COVID-19”);

● potenziare le competenze digitali dei docenti, al fine di implementare e consolidare pratiche didattiche efficaci anche con l’uso delle nuove tecnologie, utili anche nei periodi di emergenza sanitaria, a supporto degli apprendimenti di bambini ed alunni;

● intraprendere iniziative di sviluppo delle competenze digitali a favore delle alunne e degli alunni e, ove possibile, delle famiglie;

● predisporre interventi di supporto psicopedagogico, nei limiti delle risorse disponibili, a favore di docenti, degli alunni e delle famiglie, finalizzati alla gestione dei vissuti stressanti e traumatici legati all’ emergenza sanitaria;

● non promuovere, né realizzare attività che comportino il contatto tra diversi gruppi, anche piccoli, di alunni di classi diverse;

● attenersi rigorosamente, nel caso di presunta o acclarata infezione da COVID-19 da parte di alunni o adulti frequentanti le strutture scolastiche, ad ogni disposizione dell’autorità sanitaria locale;

● dotare le aule, i servizi igienici, e altri punti dell’edificio scolastico, di appositi dispenser contenenti prodotti igienizzanti a base idroalcolica o a base di altri principi attivi, purché autorizzati dal Ministero della Salute, per l’igiene degli alunni e del personale della scuola;

● fornire le mascherina da indossare a  scuola; esse saranno esclusivamente di tipo chirurgico, come previsto dalla normativa vigente;

● installare l’ opportuna segnaletica all’ interno delle scuole dipendenti;

● prevedere ingressi e uscite per gli alunni diversificate ed opportunamente scaglionate nel tempo, in modo da evitare assembramenti;

● approntare più punti di ingresso e di uscita dagli edifici scolastici;

● misurare, a campione, all’ingresso degli edifici scolastici, la temperatura alle bambine, ai bambini, alle studentesse e agli studenti;

● a garantire, per tutta la durata dell’emergenza sanitaria, i colloqui informativi con le famiglie in modalità telematica sincrona, su piattaforma “Teams” di Microsoft.

ALUNNO
L’ALUNNO compatibilmente con l’età, si impegna a:

 ●prendere coscienza delle semplici regole per prevenire e contrastare la diffusione del COVID-19 suggerite dalla segnaletica, dagli insegnanti, dal personale collaboratore scolastico e di applicarle puntualmente in modo corretto e costante nel tempo;

 

● indossare correttamente la mascherina, coprendo la bocca e il naso, in tutti i momenti in cui è indispensabile e necessario (ingressi e uscite, spostamenti all’ interno dell’aula, all’interno dell’edificio scolastico …), così come espressamente previsto dalle disposizioni vigenti;

 

● prendere visione, rispettare puntualmente e promuovere il rispetto, tra le compagne e i compagni di scuola, di tutte le norme previste dalla documentazione di Istituto relativa alle misure di prevenzione e di contrasto alla diffusione del virus Covid-19; 

 

● partecipare con attenzione alle attività di informazione e formazione promosse dalla scuola per prevenire e contrastare la diffusione del COVID-19; in particolare, leggere con attenzione, non sciupare e conservare il materiale adeguato all’ età che verrà fornito dall’Istituto; 

 

● avvisare tempestivamente i docenti in caso di insorgenza, durante l’orario scolastico, di sintomi riferibili al COVID-19, per permettere l’attuazione del protocollo di sicurezza e scongiurare il pericolo di contagio diffuso;

 

● collaborare attivamente e responsabilmente con gli insegnanti, gli altri operatori scolastici, le compagne e i compagni di scuola, nell’ ambito delle attività didattiche in presenza e a distanza, ovvero, con l’ausilio di piattaforme digitali, attivate per l’emergenza sanitaria, nel rispetto del diritto all’ apprendimento di tutti e dei regolamenti dell’Istituto;

 

● In caso di attivazione della DDI (Didattica Digitale Integrata), rispettare, durante lo svolgimento delle attività in modalità telematica sincrona e asincrona, le norme di comportamento previste dal regolamento di Istituto e di disciplina.

FAMIGLIA
LA FAMIGLIA, per una proficua collaborazione, si impegna a:

● prendere visione della documentazione relativa alle misure di prevenzione e di contenimento della diffusione del COVID-19, pubblicata dall’ Istituto, ed informarsi costantemente sulle iniziative intraprese dalla scuola in materia;

● monitorare quotidianamente lo stato di salute del proprio figlio e degli altri membri della famiglia e, nel caso di sintomatologia riferibile al COVID-19 (anche nei tre giorni precedenti), tenerlo a casa ed informare immediatamente il proprio medico di famiglia o il pediatra seguendone le indicazioni e le disposizioni. I sintomi correlati da controllare e segnalare sono i seguenti: febbre, tosse, cefalea, nausea, vomito, dissenteria, mal di gola, difficoltà respiratorie, dolori muscolari, rinorrea o congestione nasale, brividi, perdita improvvisa dell’olfatto, perdita o alterazione del gusto;

● informare tempestivamente la scuola nel caso in cui l’ alunno presenti l’ aumento della temperatura corporea uguale o al di sopra di 37,5° C o un sintomo compatibile al COVID-19, presso il proprio domicilio;

● fornire all’ingresso dell’edificio scolastico i dispositivi di protezione previsti dalla normativa e individuati dalla scuola tra le misure di contenimento dell’epidemia (per esempio, piccolo flacone di gel igienizzante personale per le situazioni di emergenza, dove il punto di sanificazione individuato fosse troppo lontano; fazzolettini di carta umidificati per ripulire, per prudenza, maniglie, tastiere, pulsantiere);

● dotare i propri figli, per libera scelta, la mascherina stoffa, secondo le caratteristiche definite dal Comitato Tecnico Scientifico costituito presso il Dipartimento della Protezione civile, garantendone il lavaggio e la disinfezione giornaliera;

● garantire il ritiro tempestivo (entro 30 minuti) del proprio figlio, nel caso in cui dalla scuola gli insegnanti segnalino la presenza di sintomi o il rialzo della temperatura. Il ritiro potrà, ovviamente, essere effettuato da una persona maggiorenne, opportunamente delegata dai genitori, nel caso in cui gli stessi fossero impossibilitati;

● garantire la segnalazione tempestiva al pediatra dei sintomi segnalati dalla scuola, che hanno reso necessario il ritiro del minore;

● dichiarare di essere consapevole e accettare che, in caso di positività, il proprio figlio non potrà essere riammesso alle attività scolastiche fino ad avvenuta e piena guarigione, certificata secondo i protocolli previsti;

● comunicare tempestivamente alla scuola l’assenza del proprio figlio per motivi di salute ed effettuare la conseguente segnalazione al pediatra;

● presentare certificato medico per il rientro a scuola dopo tre giorni di assenza per motivi di salute, attestante “l’assenza di malattie infettive o diffusive e l’idoneità al reinserimento nella comunità scolastica”;

● prendere atto che in assenza di tale certificato la riammissione a scuola non potrà avvenire;

● contribuire allo sviluppo dell’autonomia personale e del senso di responsabilità del proprio figlio e promuovere i comportamenti corretti nei confronti delle misure adottate, per prevenire e contrastare la diffusione del virus;

● condividere e sostenere le indicazioni della scuola, in un clima di positiva collaborazione, al fine di garantire lo svolgimento in sicurezza di tutte le attività scolastiche; 

● collaborare con il personale scolastico e con il Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria dell’ATS Val Padana, in caso di positività accertata al SARS-Cov-2 del proprio figlio, per consentire il monitoraggio basato sul tracciamento dei contatti stretti al fine di identificare precocemente la comparsa di altri possibili casi;

● comunicare e segnalare tramite opportuna documentazione la presenza di “bambini fragili” comunicando eventuali prescrizioni integrative per la gestione degli stessi in virtù della prevenzione del contagio

● segnalare, tramite opportuna documentazione, la presenza di allergie verso prodotti disinfettanti a base di alcol o ipoclorito;

● garantire il rispetto degli orari e delle procedure di ingresso e di uscita, concordati in modo scaglionato, al fine di evitare assembramenti; di creare problemi all’organizzazione scolastica e di tutelare la salute di tutti gli alunni del plesso scolastico. Per motivi di sicurezza non potranno essere tollerati ritardi. In caso di imprevisto i bambini in ritardo rispetto all’ orario d’ingresso della propria classe, attenderanno fuori dal portone con un adulto di riferimento, ed entreranno accompagnati da un collaboratore scolastico solo dopo l’avvenuto ingresso di tutte le classi;

● in caso di sospensione delle attività didattiche in presenza e di attivazione della DDI (Didattica Digitale Integrata), supportare il proprio figlio e collaborare con i docenti per lo svolgimento regolare delle attività didattiche in modalità digitale, comunicare eventuali difficoltà e collaborare con l’istituzione scolastica per una risoluzione tempestiva delle stesse;

● non sostare per nessun motivo negli spazi interni ed esterni di pertinenza degli edifici scolastici, 

 

Il patto viene inviato a tutti i genitori tramite registro elettronico “Nuvola”, con richiesta di presa visione che vale come sottoscrizione, anche per conto dei minori interessati.

 

 

 




Continuando ad utilizzare questo sito accetti l'uso dei cookie Maggiori informazion

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi