Ultima modifica: 19 Novembre 2021

Gestione contatti di casi di infezione da SARS-Cov-2 in ambito scolastico. Aggiornamenti operativi.

Gestione contatti di casi di infezione da SARS-Cov-2 in ambito scolastico. Aggiornamenti operativi.

 

Ministero dell’Istruzione
ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE
CREMONA UNO
SCUOLA DELL’INFANZIA, SCUOLA PRIMARIA E SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CON INDIRIZZO MUSICALE
Via Gioconda, n. 1 – 26100 CREMONA (CR) – Tel: 0372 28228
E-mail: CRIC82100Q@ISTRUZIONE.IT – PEC: CRIC82100Q@PEC.ISTRUZIONE.IT

 

 

 

Prot. n. 6341/A13                                           Cremona, 19 novembre 2021

 

 

 

 

 

⇒Ai genitori degli alunni 
⇒A tutto il personale scolastico
                                                                                                             dell’ I.C. Cremona Uno

 

 

 

Oggetto: Gestione contatti di casi di infezione da SARS-Cov-2 in ambito scolastico. Aggiornamenti operativi.

 

 

 

In seguito alla pubblicazione della nota tecnica “Indicazioni per l’individuazione e la gestione dei contatti di casi di infezione da SARS-CoV-2 in ambito scolastico. vers. 28 ottobre 2021”, nonché alla nota congiunta del Ministero dell’Istruzione e Ministero della Salute Prot.n.1218 del 06/11/2021 e alla nota ATS-Valpadana Prot. n.97183/21 del 10/11/2021, si ritiene utile fornire alcuni aggiornamenti sulle più recenti indicazioni operative riguardo alla gestione dei contatti in presenza di un caso di Covid-positivo in ambito scolastico.

 

 

INDICAZIONI OPERATIVE

  • La famiglia comunica la positività del/la figlio/a con tempestività alla scuola, non appena ne viene a conoscenza, inviando una mail a CRIC82100Q@ISTRUZIONE.IT. Solo nel caso che si apprenda la notizia fuori dagli orari d’ufficio o nel fine settimana si dovranno contattare il docente prevalente/coordinatore di classe.

 

 

Ferma restando la necessità di una comunicazione scritta, considerata l’emergenzialità, i genitori anticipano la comunicazione scritta per via telefonica (0372/28228), contattando i referenti Covid, prof. Salti e ins. Romagnoli.

 

 

La comunicazione dovrà contenere i seguenti dati, indispensabili per i successivi adempimenti:

  • NOME E COGNOME ALUNNO
  • CLASSE FREQUENTATA
  • PLESSO DI APPARTENENZA
  • ULTIMO GIORNO DI FREQUENZA A SCUOLA
  • DATA DEL TAMPONE RISULTATO POSITIVO
  • DATA INSORGENZA SINTOMI (NEL CASO IL SOGGETTO SIA SINTOMATICO)

 

 

Si specifica che solo in casi particolari ATS-Val Padana comunica alla scuola il caso positivo, a discrezione di ATS stessa, perciò la comunicazione da parte dei genitori del soggetto risultato positivo è indispensabile per poter avviare le successive fasi della procedura.

 

 

2) Il dirigente scolastico, o suo delegato:

2.1 – informa ATS-Valpadana della presenza del caso;

2.2 – effettua il contact tracing in ambito scolastico e comunica ad ATS – Val Padana i nominativi di alunni e docenti individuati come “contatto stretto” del caso positivo.

 

Si specifica che sono considerati “contatti stretti” tutti gli alunni frequentanti la classe del soggetto positivo, nonché i docenti che hanno svolto attività in presenza per almeno 4 ore nello stesso ambiente del caso positivo durante le 48 ore precedenti la data dell’esecuzione del test risultato positivo (se il caso è asintomatico) o precedenti l’insorgenza dei sintomi (se il caso è sintomatico).

 

 

2.3 – in via precauzionale, sospende le lezioni in presenza per la classe dell’alunno interessato ed attiva contestualmente la DDI secondo quanto previsto nel Piano per la Didattica Digitale Integrata della scuola. Viene diramata tale comunicazione agli alunni e ai genitori della classe interessata attraverso il registro elettronico.

 

Nel caso che la comunicazione del caso avvenga al di fuori dell’orario di segreteria o nel fine-settimana, si confida nella collaborazione dei rappresentanti di classe per raggiungere il più efficacemente possibile tutte le famiglie.

 

 

3) ATS- Val Padana – Dipartimento di Igiene e prevenzione (d’ora in poi citato come ATS-Val Padana) avvia la “sorveglianza con testing”, si mette in contatto con le famiglie e fissa luogo e tempi per i tamponi. Il primo tampone si effettua il prima possibile (T0), il secondo dopo 5 giorni (T5).

Si precisa che la sorveglianza con testing viene disposta da ATS-Val Padana e NON corrisponde alla disposizione in quarantena, ma ai soggetti in sorveglianza con testing è richiesto, in modo responsabile, di limitare le frequentazioni sociali e le altre attività di comunità (es: attività sportive di gruppo, frequentazione di feste, visite a soggetti fragili…) e di mantenere in maniera rigorosa il distanziamento fisico e l’uso della mascherina incontrando altre persone oltre ai familiari.

 

 

4) La famiglia dopo aver ricevuto l’esito del primo tampone (T0), lo carica immediatamente sul registro elettronico “Nuvola”.

 

 

Modalità di invio alla scuola dell’esito del tampone

 

Sul registro elettronico “Nuvola” nella giornata in cui è iniziato il periodo di didattica a distanza compare una “Assenza” con dicitura “Rientro frequenza in presenza”. La dicitura “assenza” corrisponde a necessità del registro elettronico e non comporta nessuna diminuzione del tempo scolastico ma deve necessariamente essere compilata prima del rientro a scuola allegando l’esito del tampone (negativo).

 

 

5) La scuola, una volta ricevuti gli esiti dei tamponi T0, nel caso che siano tutti negativi e fatte salve diverse disposizioni da parte di ATS-Valpadana, comunica sul registro “Nuvola” la data della ripresa delle lezioni in presenza della classe posta in sorveglianza con testing.

 

Possono essere riammessi in presenza esclusivamente gli alunni per i quali sia stato inserito, sempre sul registro “Nuvola”, l’esito del tampone (negativo). In caso di mancata ricezione da parte della scuola del tampone negativo, gli alunni che si presenteranno a scuola saranno riconsegnati ai tutori per rientro a casa.

 

Nel caso che i tamponi T0 rivelino ulteriori casi di positività, ATS -Valpadana comunicherà le disposizioni assunte nei confronti della classe e del personale soggetto a sorveglianza con testing, vale a dire che comunicherà per quali soggetti viene disposta la quarantena.

 

Schema riassuntivo degli adempimenti dei diversi soggetti:

LA FAMIGLIA LA SCUOLA ATS-Val Padana
1 -Comunica il caso positivo alla scuola    
  2.1 – informa ATS-Valpadana della presenza del caso;

2.2 – effettua il contact tracing in ambito scolastico e comunica ad ATS – Val Padana i nominativi di alunni e docenti individuati come “contatto stretto” del caso positivo.

2.3 – Sospende le lezioni in presenza e attiva la DDI

 
    3 – Si mette in contatto con le famiglie e fissa i tamponi T0
4 – Effettua il tampone e comunica l’esito alla scuola    
  5 – Comunica la ripresa delle lezioni in presenza  
6 – Gli studenti sono riammessi alle lezioni in presenza solo dopo aver inserito, sempre sul registro “Nuvola”, l’esito del tampone.    
    7 – Si mette in contatto con le famiglie e fissa i tamponi T5

 

Certa della puntuale collaborazione di tutti in una situazione così delicata,

 

Si inviano distinti saluti.

 

 

                                                                    IL DIRIGENTE SCOLASTICO
                                                              Dott.ssa Maria Giovanna D. Manzia
                                                            (Firma autografa sostituita a mezzo stampa

                                                                       ai sensi  dell’art. 3, 2° comma, D.Lgs n. 39/93)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 




Continuando ad utilizzare questo sito accetti l'uso dei cookie Maggiori informazion

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi